Pubblicato il

LE SCORIE, SEGRETO DI STATO

A sentire chi conosce bene Mauro Pili, le scorie nucleari a Teulada sarebbero solamente un pretesto per essere protagonista. Come sempre. Confessandovi che a me molti problemi denunciati mi sembra che esistano veramente, qualcuno mi ha anche detto che non si fa politica gridando “Al lupo, al lupo”. Io non ho ancora capito bene come si fa la buona politica. Spero non sia come la buona scuola, una pigara po culu. Probabilmente la buona politica è quella dell’omertà. Forse un giorno capirò che come i frati benedettini bisogna seguire l'”ora et labora” e allinearsi, tanti su stipendiu arribara e no est cumenti sa pensioni de mamma, anche se il lavoro che viene fatto, per me, è ancora in buona parte prodotto oscuro. Sono felice che le scorie nucleari sian o frutto della fantasia di Mauro PIli. Anche se mi chiedo. Perché l’hanno denunciato? Per aver violato un segreto di stato. Ma se scorie nucleari non ce ne sono, quale sarebbe il segreto? Denunciato perché si è inventato le scorie nucleari. Ma allora la denuncia è per procurato allarme e diffamazione, non per aver violato il segreto di stato. E poi. Ma le immagini? Girate in uno studio cinematografico come quelle dello sbarco sulla luna? Sembrano vere. Bravo a fare cinema. E il tizio che dice: “Sono qui provvisoriamente?”. Chi è che è lì provvisoriamente? Lui? Non possono essere le scorie, che non esistono. Ma poi: a cosa servono i lavori di bonifica se non c’è inquinamento? Cosa si bonifica? Il buono e il territorio che è stato conservato incontaminato? Se c’è bisogno di bonifiche vuol dire che c’è qualcosa da bonificare. E perché non si può verificare? In tutta questa faccenda, come in tante altre, secondo me c’è un solo modo per VERIFICARE: controllare direttamente. Mi sa che è necessario scomodare chi fa la buona politica perché interrompa le ferie e ci dica cosa è vero. E siccome non mi fido, magari sarebbe anche meglio che si identificasse una commissione che non sia DI PARTE (gente dello Stato e basta e nessuno che difenda il territorio sardo) e controlli come realmente stanno le cose. LA TRASPARENZA (e non I SEGRETI DI STATO) è l’unico modo per smascherare il facile protagonismo di Pili. E per tranquillizzare i cittadini. Soprattutto quelli come me che sono come San Tommaso: non creinti a su Santi basciu chi bint su spantu!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *