Pubblicato il

IO ODIO MAURO PILI

Io odio Mauro Pili perché ha copiato il programma della Lombardia quando era Presidente della Regione. Io odio Mauro Pili perché quando poteva non ha fatto niente per la Sardegna. Io odio Mauro Pili perché era il lustrascarpe di Berlusconi. Io odio Mauro Pili perché c’è sempre ogni volta che succede qualcosa, giusto per farsi vedere. Io odio Mauro PIli perché non se ne sta buono come tutti gli altri a godersi i privilegi acquisiti. Io odio Mauro Pili perché è sempre lui a denunciare gli inganni contro i Sardi. Lo odio perché combatte contro la Tirrenia. Lo odio perché entra di soppiatto dove non gli è consentito, andando oltre la facciata delle cose. Lo odio perché scopre le manfrine nelle zone militari e gli affari sporchi in quelle industriali. Lo odio perché non ha più pensato solo ad Iglesias. Lo odio perché non si è tenuto caro l’elettorato del Sulcis. Odio Mauro Pili, lo vorrei veder scomparire. Odio Mauro Pili e per togliergli visibilità dovrei essere io ad arrivare primo. A non lasciargli il tempo di promuovere campagne populistiche. Odio Mauro Pili e per farlo tacere farei di tutto. Smaschererei lo Stato che ci lascia le briciole. Ridarei dignità alla Sardegna come interlocutore dei Paesi del Mediterraneo. Controllerei i territori per evitare che si diventi ancor più la discarica dell’Italia. Lotterei per migliorare i collegamenti interni e per avere una seria continuità territoriale. Odio Mauro Pili e per distruggerlo mi devo dare da fare. Se continuo ad odiarlo senza fare niente di concreto, Mauro Pili ci metterà sempre e solo lui la faccia per la sua propaganda.

7 pensieri su “IO ODIO MAURO PILI

  1. Dobbiamo darci da fare tutti, altrochè.

  2. Bellissimo articolo con doppio significato complimenti Vittorio

  3. Grande sarcasmo, intelligente ironia. Hai perfettamente inquadrato la maggior parte dei problemi della Sardegna e dei Sardi, complimenti Vittorio.

  4. Non mi è mai stato simpatico, ma è innegabile che è l’unico che combatte per i nostri diritti. Sarà stato anche il “lustrascarpe” di Berlusconi, ma me ne può fregar di meno. Ho già rivolto un appello, più volte, e non solo a lui, per cercare di creare una forza politica più omogenea, cercando di unificare i vari, troppi, movimenti sardisti ed indipendentisti presenti nella nostra Terra. Compito difficilissimo, ma i tempi potrebbero essere quelli giusti.
    P.S. Complimenti a Vittorio Sanna per l’articolo.

    1. …alle scorse politiche e’ stato lui a non voler correre in coalitzione con gli altri partiti Sardi,…perchè non accettava minimamente l’idea di mettersi in ballo in una lista di indipendentisti…e non,…ma tutti non dipendenti dai partiti italiidiioti…

  5. io non definirei di certo un politico “lustrascarpe” di Berlusconi uno che ha votato più di mille volte contro le indicazioni di partito, pur di difendere la Sardegna.Questo non lo dico io ma è agli atti. Allo stato attuale è l’ unico politico degno del massimo rispetto per quello che sta facendo per la Sardegna per il profuso impegno, onestà e coraggio.Sosteniamolo.

  6. In uno Stato Sardegna io, da Presidente nominerei Mauro Ministro degli Interni o degli Esteri. Perché Capi Ufficio Stampa non acceterebbe… e poi l’ho gia’ promesso a Anthony…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *