Pubblicato il

L’Anello di Sarroch

PUBBLICO IL TESTO DEL SERVIZIO DI OGGI Nozze d’oro che si celebrano quest’anno tra la famiglia Moratti e la Sardegna. Nel 1962  nasceva  la Saras, Società che tre anni dopo avrebbe avviato gli impianti  a Sarroch. Quasi contemporaneamente  anche la grande Inter di Angelo Moratti ed Helenio Herrera. I colori  del calcio riassumono anche quelli della chimica. Il nero del petrolio nell’azzurro del mare.  Legami  industriali e  intrecci calcistici  si nascondono nel trapianto dei Moratti in Sardegna. L’Angelo degli Interisti in quegli anni ha conquistato tanti tifosi  nell’Isola e una posizione di vertice nella Raffineria europea.  Rappresentava il  lavoro e la ricchezza,  la vittoria e la conquista . Uno spirito che ha avuto lunghi momenti di crisi e perplessità ma che in Sardegna vanta sacche profonde di resistenza. Rossoblu e Nerazzurri nel calcio raccontano di accesi scontri e frequenti compromessi, proprio come nella politica e nell’economia.  I compromessi nel calcio  per combattere il nemico comune biancorossonero. Nella società per  rafforzare il giogo del lavoro dove gli aspetti aspri appaiono e scompaiono sotto i diversi punti di vista.  Inter-Cagliari unisce e mischia, in alcuni casi disorienta.  Inter e Cagliari sono Angeli che combattono nel Golfo con l’affare  nella mente, calcio e industria. Cinquant’anni di storia comune. Il nero del petrolio nell’azzurro del mare in nome del profitto,   il rosso del cuore nel blu cristallino per l’orgoglio della terra. Una lotta forse impari che nel calcio non ha destino segnato.  Neanche domenica pomeriggio.